UNA GITA FUORI PORTA    
Colonnella
civitella-del-tronto-fortezza
castelli
territorio08
images
Camoscio
Orso
lupi

COLONNELLA

Sorge sulla sommità di un colle da cui è possibile godere di un panorama incantevole. Gli antichi palazzi, le piazzette e gli intrecci di viuzze e scalinate le fanno da cornice. Il centro storico di Colonnella, dominato dalla Chiesa e dalla Torre civica dell'orologio, è caratterizzato da numerose strette vie, dette in dialetto "rue". Tra i palazzi più antichi ricordiamo i palazzi Volpi, Marzi, Pardi e Grilli.

CIVITELLA DEL TRONTO

Cittadina ricca di fascino e storia che si affaccia sulle valli del Vibrata e del Salinello e offre delle splendide vedute sui Monti della Laga e sul Gran Sasso. Nota per la sua Fortezza, baluardo dei Borboni, una vera e propria cittadella fortificata; nel centro abitato si possano ammirare signorili abitazioni medievali e rinascimentali oltre a numerose chiese e palazzi storici.

CASTELLI

Questa località sorge alle pendici del Monte Camicia ed è famosa per le pregiate ceramiche artigianali note in tutto il mondo. Da visitare la Chiesetta di San Donato, il cui soffitto maiolicato (datato 1616) è costituito da mille mattoni diversi. Nel paese è possibile visitare la chiesa di San Giovanni Battista che conserva una pala d’altare in ceramica realizzata nel 1647 da Federico Grue. Lungo il borgo ci sono numerosissime botteghe dove ancora oggi si producono e si vendono tanti oggetti di questo pregiato materiale.

PARCO NAZIONALE DEL GRAN SASSO E MONTI DELLA LAGA

Si tratta del parco più esteso d'Abruzzo con i suoi 150000 ettari di estensione. Nasce nel 1991 e occupa un'area a cavallo fra Abruzzo, Lazio e Marche. Da una parte abbiamo il Gran Sasso d'Italia (2914), la vetta più elevata dell'Appennino. Sulla sua vetta è presente un ghiacciaio, il Calderone. Da segnalare anche l'imponente altopiano di Campo Imperatore, famoso per le vicende storiche della seconda guerra mondiale e oggi rinomata meta turistica. Dall'altra il parco abbraccia la Laga, un territorio marsoso-arenoso, ricco di acqua e vegetazione, fra cui spicca la presenza dell'Abete bianco. La fauna è rappresentata dal lupo, l'orso e il camoscio, ma sono anche presenti il Gracchio corallino e il Picchio muraiolo.

PARCO NAZIONALE DELLA MAJELLA

Si tratta di uno dei parchi più importanti dell'Abruzzo, sia per la sua notevole estensione, oltre 74000 ettari, sia per l'importanza storica. Viene infatti considerata la "montagna madre" degli abruzzesi, una specie di Olimpo dell'Abruzzo. La vetta del Monte Amaro tocca i 2793 metri e rappresenta la seconda cima dell'Appennino, subito dopo il Gran Sasso d'Italia. Nel territorio del parco si possono ancora incontrare lontre, gatti selvatici, gufi e martore. Ma gli animali simbolo sono il lupo, a torto considerato nemico dell'uomo, l'orso bruno marsicano e il camoscio d'Abruzzo, considerato il più bello del mondo, grazie al mantello invernale color crema, assai diverso dal bruno scuro della specie alpina e all'eccezionale lunghezza delle corna.